Fumo

Ricercatori della Washington State University hanno creato alcuni farmaci che potrebbero ridurre il desiderio di nicotina dei fumatori rallentandone l’assorbimento nell’organismo.

I ricercatori sperano così di aiutare chi vuole smettere di fumare.

La scoperta, pubblicata sul Journal of Medicinal Chemistry, si è concentrata sul CYP2A6, un enzima epatico che permette di metabolizzare la nicotina.

Nelle sigarette sono presenti circa 600 ingredienti che in seguito alla combustione producono più di 7.000 sostanze chimiche.

Alcuni degli additivi aggiunti alle sigarette hanno proprio il compito di stimolare o di incrementare l’assorbimento della nicotina contribuendo ad una maggiore dipendenza dal prodotto.

Tra le 7.000 sostanze chimiche prodotte dalla combustione almeno 69 sono cancerogene comprovate ed molte sono velenose.

Molte di queste sostanze sono contenute in altri prodotti di consumo le cui etichette riportano segnalazioni dei pericoli connessi.

La presenza delle stesse sostanze nelle sigarette, invece, non è altrettanto indicata nè segnalata.

Qualche esempio:

Acetone – trovato in solvente per unghie

Acido acetico – un ingrediente nella tintura per capelli

Ammoniaca – un comune detergente per la casa

Arsenico – un veleno, usato nei conservanti del legno e nel veleno per topi

Benzene – un solvente industriale, raffinato dal petrolio greggio

Berillio – utilizzato nei reattori nucleari

Butano – usato negli accendini

Cadmio: utilizzato nelle batterie

Cromo – usato per fabbricare coloranti, vernici e leghe

Monossido di carbonio – rilasciato nei gas di scarico delle auto

Ossido di etilene – un disinfettante usato per sterilizzare le attrezzature ospedaliere

Formaldeide – fluido usato per l’imbalsamazione dei cadaveri e nella produzione di vernici

Esammina – si trova nel liquido per accendere il barbecue

Piombo – usato nelle batterie

Naftalene – un ingrediente della naftalina

Metanolo: un componente principale nel combustibile per razzi

Nicotina – usato come insetticida

1,3-butadiene – utilizzato nella produzione di gomma

Nichel: utilizzato per proteggere i metalli dalla corrosione

Ortho-Toluidina – utilizzato nella produzione di diserbanti

Idrocarburi policiclici aromatici – un gruppo di pericolosi prodotti chimici dannosi per il DNA, tra cui il benzo(a)pirene

Polonio-210: un elemento altamente radioattivo

Catrame – materiale per la pavimentazione delle strade

Toluene: usato per fabbricare vernici

Cloruro di vinile – usato per produrre plastica e prodotti vinilici

4-amminobifenile e 2-naftilammina – utilizzati nella produzione di coloranti fino a quando non sono stati vietati nell’UE

E poi ci sono le nitrosammine specifiche del tabacco – un gruppo di sostanze chimiche cancerogene che si trovano solo nel tabacco.

Potrà sembrare banale, ma, in realtà, smettere di fumare è possibile solo se lo abbiamo deciso veramente, a livello profondo, senza remore né riserve, nel nostro intimo, senza lasciare angolini bui con qualche se o ma, e può riuscirci anche chi meno ci aspetteremmo.

Per saperne di più sulle dipendenze
Link…

Per saperne di più
Washington State University
Link…

American Lung Association
What’s In a Cigarette?
Link…

American Lung Association
E-cigarettes and Lung Health
Link…

Cancer Research UK
What’s in a cigarette?
Link…

BMJ
A study of pyrazines in cigarettes and how additives might be used to enhance tobacco addiction
Link…

EUROPA > DG Health and Consumer Protection > Public Health
Tobacco Additives
Link…

American Journal of Public Health®
Pharmacological and Chemical Effects of Cigarette Additives
Link…

bbc
In 1994 Brown and Williamson (one of largest tobacco manufacturers in the USA) published a list of all the additives used in their cigarettes which includes information on the sources of the additives and their side-effects
Link…

Marco Dal Negro

 

This post is also available in: enInglese

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest

About the Author

Nota bene: Nelle diverse lingue i contenuti possono cambiare anche nella sostanza