Sarcopenia

L’apelina, un ormone prodotto durante l’attività fisica, può migliorare l’efficienza dei muscoli e combattere il progressivo calo muscolare (sarcopenia) che accompagna il passare degli anni.

Il calo della massa muscolare è la maggiore causa di perdita dell’autonomia nelle persone anziane.

L’apelina, la cui produzione decresce con l’età, è secreta durante l’attività fisica e migliora la capacità muscolare.

Con uno studio pubblicato su Nature Medicine, ricercatori dell’Inserm, dell’Université Toulouse III – Paul Sabatier e del Gérontopôle du
Centre Hospitalier Universitaire (CHU) de Toulouse, ipotizza che l’apelina possa servire sia per la diagnosi che per la terapia della sarcopenia.

Nel 2016 l’OMS ha riconosciuto il calo della capacità muscolare legato all’invecchiamento (sarcopenia) come una patologia.

Oltre a pregiudicare progressivamente l’autonomia delle persone anziane il calo dell’efficienza muscolare è legato allo sviluppo di patologie della vecchiaia quali l’osteoporosi, gli scompensi cardiaci e cognitivi, diventando la principale causa della medicalizzazione degli anziani.

I ricercatori spiegano che oltre ad esserci una carenza di mezzi diagnostici, anche le risorse terapeutiche sono limitate.

Attività fisica

Attività fisica regolare ed alimentazione corretta sono le opzioni disponibili: per tutelare l’anziano dal rischio sarcopenia è necessario almeno 1,2 grammi di proteine quotidiane per chilo di peso corporeo. Una soglia raramente rispettata.

Precedenti studi hanno mostrato che stimolando l’attivazione delle cellule staminali dei muscoli, la contrazione muscolare generata dall’attività fisica aiuta a rinnovare le fibre muscolari (miofbre) e ne migliora il metabolismo.

I ricercatori dell’Inserm hanno approfondito il rapporto tra questi meccanismi e lo sviluppo della sarcopenia.

Prodotto dalla contrazione del muscolo durante l’attività fisica, è stato identificato un ormone, l’apelina, che sembra in grado di mantenere ed anche ripristinare la capacità muscolare.

Iniettando l’apelina in topi anziani i ricercatori hanno verificato che la capacità muscolare migliorava e le miofibre ritornavano normali.

I ricercatori ritengono che il miglioramento sia dovuto alla capatità dell’apelina di stimolare sia il metabolismo cellulare nel muscolo che la rigenerazione delle miofibre attraverso le cellule staminali.

Gli studiosi hanno anche visto che la produzione di apelina, in risposta all’attività fisica, cala con il passare degli anni.

Nel 2019 inzieranno i trials clinici.

Vedi anche
Uno studio spiega perchè i muscoli si indeboliscono con l’età e mira a possibile terapia (13/09/2011)
Link…

Per saperne di più
Nature medicine
The exerkine apelin reverses age-associated sarcopenia
Link…

Inserm
Link…

Fondazione Umberto Veronesi
Link…

Marco Dal Negro

This post is also available in: enInglese

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest

About the Author

Nota bene: Nelle diverse lingue i contenuti possono cambiare anche nella sostanza