Gravidanza

Gravidanza

Alti livelli dell’ormone tiroideo T3 (triiodotironina) nella prima parte della gravidanza innalzano anche di 4 volte il rischio di sviluppare il diabete gestazionale.

L’incremento è inteso rispetto a quanto vissuto dalle donne che presentano valori degli ormoni tiroidei normali.

I ricercatori degli U.S. National Institutes of Health indicano hanno anche scoperto che un alto rapporto T3/T4 – che indica un’alta conversione tasso da T4 a T3 – è fortemente associato a un rischio più elevato per la gestazione diabete.

La triiodotironina (T3) è l’ormone tiroideo biologicamente attivo coinvolto nel metabolismo del glucosio.

Il rapporto fT3/fT4 è un indicatore che indica la conversione da tiroxina libera fT4 a T3 libera ed è anche coinvolto nell’omeostasi del glucosio.

Per condurre lo studio, i ricercatori hanno valutato le cartelle cliniche di 107 donne con diabete gestazionale, confrontandole con quelle di 214 donne incinte senza diabete gestazionale.

Sono stati misurati i marcatori della tiroide (fT3, fT4, TSH) e il rapporto fT3/fT4 è stato derivato attraverso quattro visite in gravidanza: nel primo trimestre (10a e 14a settimana) e secondo trimestre (15a e 26a settimana).

Gli autori osservano che il funzionamento anormale della tiroide è stato associato ad aborto e parto prematuro.

I risultati suggeriscono un controllo dei valori tiroidei durante la prima fase della gravidanza in modo da identificare le gestanti più ad alto rischio sia di diabete gestazionale che di altre complicanze legate alla gravidanza.

Per saperne di più
Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism
A longitudinal study of thyroid markers across pregnancy and the risk of gestational diabetes
Link…

U.S. National Institutes of Health
Link…

Marco Dal Negro

This post is also available in: enInglese

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest

About the Author

Nota bene: Nelle diverse lingue i contenuti possono cambiare anche nella sostanza