SALUTE DEPRESSIONE SESSUALITA' CAPIRSI GRAFOLOGIA GOLA AMBIENTE MUSICA RIDERE MIX VIDEO CERCA



Home page

Ultime news

Archivio news

In caso di...

Per saperne di più...

Medicina
occidentale

Medicine
complementari

Medicina cinese
e agopuntura

 

Omeopatia

 

Fitoterapia

 

Dipendenze

 

Chi è

Links

E-mail

Cerca nel sito

Per conoscere la psicosomatica:


Menopausa: come vivere "l'età d'oro"

 

Introduzione

Le fasi e i disturbi

Le vampate di calore

Il problema osteoporosi

Un giro di boa

I consigli per essere tranquille

Le fasi e i disturbi

Con il termine menopausa si intende l’ultima mestruazione, evento che segna il termine del periodo fertile nella vita della donna. Tutto ciò è la conseguenza dell’invecchiamento naturale delle ovaie che esauriscono la loro capacità funzionale intorno al cinquantesimo anno di età.

Per climaterio invece si indica il periodo di vita che precede e segue (anche per circa 10 anni) la menopausa, periodo caratterizzato dalle importanti modificazioni ormonali che da un lato portano alla menopausa (climaterio pre - menopausa) e dall’altro causano, dopo l’ultima mestruazione (climaterio post - menopausa), tutti quei sintomi più o meno fastidiosi che molte donne lamentano.

Ma che cosa sono le ovaie? Sono organi che hanno fondamentalmente due funzioni: la prima è detta riproduttiva, perché le ovaie contengono le cellule uovo il cui numero, già definito alla nascita, va da 200 a 300 mila (di tutte queste solo 200-300 riusciranno a raggiungere la maturazione completa dopo la pubertà); la seconda è detta endocrina, perché le ovaie producono ormoni chiamati progesterone ed estrogeni. Ebbene, nel periodo del climaterio si instaurano molteplici trasformazioni che passano attraverso varie fasi perché le ovaie si esauriscono progressivamente e lentamente modificando, in genere con gradualità, il contenuto ormonale del corpo femminile. Vediamo allora brevemente le principali fasi di tutto il periodo.

Prima fase (pre - menopausa). E’ detta iperestrogenica, cioè aumentano nel sangue gli ormoni estrogeni perché le cellule uovo nelle ovaie cominciano a scarseggiare. Contemporaneamente a una diminuzione dell’ormone progesterone, i cicli mestruali possono essere eccessivamente lunghi e distanziati oppure anche ravvicinati e abbondanti.

Seconda fase (menopausa). In questa, chiamato ipoestrogenica per la scarsa presenza di estrogeni (insieme al progesterone), le cellule uovo sono quasi esaurite e i cicli mestruali cessano.

Terza fase (post - menopausa). Dopo circa un anno di assenza dei flussi mestruali si entra nella terza fase detta di menopausa avanzata o stabilizzata.

Disturbi della pre - menopausa. Questo periodo può essere anche lungo una decina di anni, dai 40 ai 50 anni circa, e numerose donne lamentano disturbi sia psicologici sia organici.

Da un punto di vista psicologico possono aumentare o addirittura insorgere disturbi di tipo ansioso oppure depressivo con anche una vera e propria "angoscia di attesa della menopausa", in cui la donna comincia a preoccuparsi di tutto ciò che riguarda la "sfera genito - sessuale" allarmandosi per qualsiasi problema come un dolore al seno premestruale (mastodinia), mestruazioni un po’ più dolorose (dismenorrea), variazioni quantitative dei flussi mestruali.

Nel versante organico la carenza di progesterone e l’aumento degli estrogeni possono far comparire o aggravare, oltre a variazioni di ritmo dei cicli mestruali, la cosiddetta "sindrome pre - mestruale" caratterizzata da: tensione mammaria con seno teso e dolente sia al tatto sia, a volte, ai movimenti delle braccia; tensione addominale con meteorismo fastidioso, più o meno pronunciato, spesso associato a costipazione e senso di pesantezza; tensione psichica con irritabilità, sonnolenza, facile affaticabilità, episodi depressivi passeggeri, sensazione di "testa vuota" e svogliatezza. Un ulteriore problema organico, che comporta evidenti riflessi psicologici, è il possibile aumento dell’appetito e della fisiologica ritenzione idrica pre - mestruale che regredisce sempre più difficilmente dopo le mestruazioni con conseguente aumento del peso corporeo.

Disturbi della menopausa. Oltre all’arresto definitivo dei flussi mestruali dovuti alla diminuzione della quantità degli estrogeni circolanti nel corpo, la maggior parte delle donne presenta un insieme di disturbi più o meno marcati e ben sopportati. Questi non sono solo dovuti alle modificazioni ormonali ma anche al "vissuto" psicologico che la cessazione della "funzione genitale" provoca. Vediamo dunque i disturbi principali della menopausa.

( Dr. Antonio Turetta )

 


L'armadietto omeopatico casalingo
(del Dott. Turetta)
Quali sono i problemi o le disfunzioni che possono giovarsi di un intervento omeopatico d'urgenza e, di conseguenza, come dovrebbe essere un ideale armadietto medicinale omeopatico casalingo.


 

Aggiungi questo sito ai tuoi preferiti
(aggiungi segnalibro):
premi il tasto  Ctrl   assieme al tasto  D

Home di Mybestlife.com - Salute - DepressioneSessualità
 Ambiente - Gola - Musica - Capirsi - Grafologia - Ridere
Per saperne di più
- Video - Mix -
Cerca nel sito
Chi siamo e come contattarci

Copyright © 1998/2013 mybestlife.com tutti i diritti sono riservati eccetto quelli già di altri proprietari.

  

 


Pubblicità



Pubblicità

 



 




 

 

“”