.

 

 

 

 

 

Italiano - English

 


Studio: anche le ecologiche luci a LED contengono metalli tossici (20/05/2013)

 

Nel mondo occidentale è in corso la transizione dall'illuminazione con le lampadine ad incandescenza a quella con altre che consumano molto meno, e quindi più ecologiche perché meno inquinanti. Forse, ma pare proprio che non sia così.

Quando ci hanno detto che le lampadine ad incandescenza erano inquinanti perché richiedevano molta energia per illuminare siamo stati invitati a passare alle molto più care lampadine a risparmio energetico. Queste richiedono si molta meno energia, ma purtroppo inquinano molto di più, emanano radiazioni per cui è meglio non tenerle vicine, se si rompono escono i vapori di mercurio contenuti ed alla fine, per smaltirle, è tutto molto più complicato per cui finiscono facilmente nel calderone della discarica avvelenando molto di più (spiegazioni chiare e semplici ai link più sotto).

Sì, è vero, ci hanno detto, ma è solo questione di avere un po'di pazienza, che adesso arrivano le lampade a led, che consumano ancora molto molto meno e non hanno problemi di smaltimento.
Allora tutto a posto, stiamo tranquilli.
Si, forse, ma...forse no.

Oladele Ogunseitan, direttore del University of California Irvine’s Department of Population Health & Disease Prevention, spiega che le lampade a LED sono state proposte come la prossima generazione nell'illuminazione, ma quando si cercano nuovi prodotti che contribuiscano a ridurre l'utilizzo delle risorse energetiche dovremmo anche essere attenti ai rischi di tossicità posti dai nuovi prodotti proposti.
Secondo una ricerca appena pubblicata le nuove lampade a LED, light-emitting diodes, attualmente contengono piombo, arsenico ed una dozzina di altre sostanze potenzialmente pericolose.

Oladele Ogunseitan con i suoi colleghi della University of California Irvine e della University of California, Davis, hanno smontato, rotto, fuso e misurato i piccoli LED venduti per addobare gli alberi di Natale, le luci rosse, gialle e verdi dei semafori a LED e le luci di fari, frecce ed altro presenti nelle automobili.
Cosa hanno scoperto? Che i LED rossi contengono fino a 8 volte la quantità di piombo permessa dalla legge in California, ma in generale, i LED più potenti e luminosi contengono più contaminanti di quelli poco potenti.
I LED bianchi sono quelli che contengono meno piombo ma i più alti livelli di nichel.

Riferendosi alle luci usate nelle feste i ricercatori spiegavano, sul numero di gennaio 2011 della rivista Environmental Science & Technology, che i LED rossi a bassa intensità mostrano un significativo potenziale sia cancerogeno che non cancerogeno a causa dell'alto contenuto di arsenico e di piombo. Anche se i risultati di una indagine realizzata su di un più ampio campione di LED sarà pubblicata più avanti Ogunseitan sostiene che i dati non sono migliori.

Piombo, arsenico e molti altri metalli scoperti nei LED o nelle parti ad questi correlate, sono stati messi in rapporto con diversi tumori, danni neurologici, malattie renali, ipertensione, eruzioni cutanee ed altre patologie, da centinaia di studi.
Il rame utilizzato in alcuni LED rappresenta poi una minaccia ambientale per i pesci, i fiumi ed i laghi.

Le lampade a risparmio energetico fluorescenti compatte e quelle a LED costituiscono un maggiore consumo di risorse ed un maggiore potenziale di tossicità rispetto alle vecchie lampadine ad incandescenza, e ciò è dovuto principalmente agli alti contenuti di alluminio, rame, oro, piombo, argento e zinco.
Se paragoniamo le diverse lampadine su di una base equivalente delle quantità e della vita del prodotto, le lampadine a risparmio energetico hanno un potenziale impatto da 3 a 26 volte e quelle a LED da 2 a 3 volte più grande di quello delle lampadine ad incandescenza. Sono perciò molto meno ecologiche delle vecchie lampade ad incandescenza.

Oladele Ogunseitan continua spiegando che se si rompe anche una sola luce e se ne respirano i vapori. ciò non ci causerà automaticamente il cancro, ma potrebbe rappresentare l'ultima goccia che colma il vaso già riempito da altro. Bisogna stare anche attenti ai bambini perché il piombo ha un sapore dolce e potrebbero prenderlo per una caramella, mettendosi in serio pericolo.

I rischi sono presenti in tutte le parti delle luci ed in tutti i passaggi della produzione, dell'uso e dello smaltimento. Produttori e consumatori dovrebbero esserne coscienti in caso di incidenti.

Ogunseitan continua con le istruzioni per l'uso spiegando che quando si rompe una lampadina a casa le persone dovrebbero raccogliere tutto con speciali attrezzi, con guanti e maschere protettive.
Il personale addetto a ripulire e maneggiare i resti di un incidente della strada tra mezzi o con altre luci coinvolte, dovrebbero farlo con le dovute protezioni maneggiando i materiali come rifiuti pericolosi.
Però attualmente i LED non sono classificati come materiali tossici e vengono quindi smaltiti attraverso i normali canali. Tutte queste informazioni e questi dati sono stati trasmessi da Oladele Ogunseitan sia alle competenti autorità della California che a quelle federali.
Ogunseitan cita i LED come esempio perfetto della necessità di imporre i test sui prodotti che dovranno sostituirne altri. Si è normalmente pensato che i LED fossero molto più sicuri delle lampade compatte fluorescenti a risparmio energetico perché queste ultime contenevano il pericoloso mercurio. Ma i LED non erano stati testati correttamente per l'impatto della salute ambientale, prima di essere messe sul mercato come la migliore alternativa alle inefficienti lampadine ad incandescenza, ormai fuori legge. In California un nuovo regolamento uscito da lunga gestazione sarebbe dovuto entrare in vigore l'1 gennaio ed avrebbe richiesto test preventivi per questo tipo di prodotti nati per rimpiazzarne altri. C'è stata però una forte opposizione dei produttori che ha portato ad una versione molto meno impegnativa che è comunque stata messa in attesa dall' ex Gov. Arnold Schwarzenegger, pochi giorni prima che scadesse il suo mandato.

Oladele Ogunseitan, che è membro dello state Department of Toxic Substances Control’s Green Ribbon Science Panel, conclude spiegando che i produttori di LED potrebbero facilmente ridurre la concentrazione delle sostanze chimiche presenti nei loro prodotti, o ridisegnarli con altri materiali realmente più sicuri.

Avevamo giù scritto:
Le lampadine a basso consumo sono pericolose: capiamo come, e perché (21/03/2011)

Lampadine, quelle vietate, quelle permesse: i pericoli da conoscere illustrati da tre fonti molto autorevoli (30/08/2012)

La lampadina, ovvero l'uovo di Colombo, perché le cose non sempre sono come sembrano (20/01/2011)

Per saperne di più
University of California, Irvine

Potential Environmental Impacts from the Metals in Incandescent, Compact Fluorescent Lamp (CFL), and Light-Emitting Diode (LED) Bulbs
Seong-Rin Lim, Daniel Kang, Oladele A. Ogunseitan, and Julie M. Schoenung
Environmental Science & Technology2013 47 (2), 1040-1047
http://pubs.acs.org/doi/abs/10.1021/es101052q?prevSearch=irvine%2Bled

(Marco Dal Negro)

 


Home di mybestlife.com - Salute - Sessualità - Gola - Depressione - Capirsi - Musica - Grafologia - Ambiente - Per saperne di più - Viaggi: tutto in una pagina - Meteo - Ridere - Mix

Cerca nel sito

Chi siamo e come contattarci

Copyright © 1998/2018 www.mybestlife.com tutti i diritti sono riservati eccetto quelli già di altri proprietari.