My Best Life: un aiuto per vivere meglio

SALUTE

DEPRESSIONE

SESSUALITA'

CAPIRSI

GOLA

AMBIENTE

MUSICA

RIDERE

 


News

Dal Giappone
cellule coltivate
per ritrovare la vista
(23/11/2001)

Macchine della
verità: test con
la risonanza
magnetica funzionale
(23/11/2001)

Uno studio
statunitense su
fitoterapia e
menopausa
(22/11/2001)

Novità nella
lotta contro i tumori
(22/11/2001)

American Society
of Tropical Medicine
and Hygiene:
un disulfide dell'aglio
contro la malaria
ed alcuni tipi
di cancro
(21/11/2001)

Un batterio
sottomarino per
proteggere la
pelle dal sole
(21/11/2001)

Prodotta dall'intestino
la sostanza che
controlla l'appetito
(20/11/2001)

Nuove protesi
per l'ernia al disco
(20/11/2001)

Esercizi per la vista
(19/11/2001)

Stitichezza: uno
studio americano

(19/11/2001)

Notizie precedenti

Chi è
Links
e-mail
Cerca nel sito

Ambiente, inquinamento, energia e bio architettura

 

 

 

Dal Giappone cellule coltivate per ritrovare la vista
(23/11/2001)

Un gruppo di ricercatori nipponici dell'Università di Kyoto ha dato inizio ad una sperimentazione il cui tentativo è quello di coltivare in laboratorio le cellule che consentono all'occhio umano di percepire la luce, allo scopo di reimpiantarle successivamente nelle persone che hanno perso la vista a causa di una degenerazione della retina.
Nella rivista "Nature Neuroscience" si riferisce quanto detto dal dr. Masatoshi Haruta, a capo della ricerca, che gli individui sofferenti di malattie degenerative come quella maculare o la retinite pigmentosa, perdono la vista perchè si danneggiano le cellule della retina che percepiscono appunto la luce e che non si rigenerano più. In laboratorio, Haruta e colleghi, hanno prelevato da alcuni topi le cellule dell'iride - non sensibile alla luce -, le hanno modificate in maniera tale che divenissero sensibili agli impulsi luminosi al fine di reimpiantarle poi nella retina, la membrana più interna dell'occhio la quale, stimolata dalla luce, trasmette i segnali al nervo ottico il quale, a sua volta, li invia al cervello dove vengono trasformati in immagini. I ricercatori giapponesi hanno utilizzato il Crx, un gene che si trova nella retina e che, aggiunto alle cellule dell'iride, ha permesso loro di cominciare a produrre la rodopsina, una proteina sensibile alla luce.
Prossimo passo della ricerca, quello di reimpiantare nella retina dei topi le nuove cellule senza incappare nel rischio del rigetto e poter così fare nuovi progetti per future sperimetazioni sugli esseri umani.

Per saperne di più sulla degenerazione maculare senile...

L'armadietto omeopatico casalingo
(del Dott. Turetta)
Quali sono i problemi o le disfunzioni che possono giovarsi di un intervento omeopatico d'urgenza e, di conseguenza, come dovrebbe essere un ideale armadietto medicinale omeopatico casalingo.


 

Aggiungi questo sito ai tuoi preferiti (aggiungi segnalibro):
premi il tasto  Ctrl   assieme al tasto  D
. startspan -->


Home di mybestlife.com - Salute - Sessualità - Gola - Depressione - Capirsi - Musica - Grafologia - Ambiente - Per saperne di più - Viaggi: tutto in una pagina - Meteo - Ridere - Mix

Cerca nel sito

Chi siamo e come contattarci

Copyright © 1998/2015 mybestlife.com tutti i diritti sono riservati eccetto quelli già di altri proprietari.

 

 

Pubblicità