Cannabis

L’uso prolungato nel tempo di cannabis (marijuana e hashish) è risultato associato con una minore capacità di ricordarele parole di una lista.

Un nuovo studio ha voluto approfondire gli effetti di lungo periodo legati all’uso della cannabis, anche per chi ne fa uso limitato o occasionale.

Un effetto acuto dell’uso della cannabis è la riduzione della funzione cognitiva e ci sono prove sempre più evidenti che tali effetti possono persistere più avanti nella vita.

L’uso pesante e a lungo termine della marijuana è stato associato a disturbi cognitivi, in particolare nell‘apprendere e ricordare nuove informazioni.

E’ dimostrato che astenendosi dalla marijuana per un mese, adolescenti e giovani adulti consumatori abituali ottengono miglioramenti sensibili e misurabili della memoria e della capacità di apprendere (studio del Massachusetts General Hospital MGH).

I 3.499 partecipanti allo studio di lungo periodo Coronary Artery Risk Development in Young Adults (CARDIA), sono stati verificati dopo 25 anni.

Del 96,7%, pari a 3.385, erano disponibili dati sulla funzione cognitiva.

Dei 3.385 partecipanti 2.852 (84,3%) hanno affermato di avere fatto uso, in passato, di marijuana, ma solo 392 (11,6%) ha continuato ad usarla arrivato alla mezza età.

L’uso di marijuana in passato è risultato associato con una peggiore memoria verbale.

Per ogni 5 anni di uso della cannabis è stato valutato un calo medio di memoria di una parola su 15.

Un limite di questa ricerca è che le informazioni raccolte sono state riportate direttamente dai partecipanti, per cui non sono sempre affidabili.

Vedi anche
Cannabis: smettere per almeno un mese migliora memoria ed apprendimento
Link…

Per saperne di più sulla cannabis e sulle altre dipendenze
Link…

For more information
Jama Internal Medicine
Association Between Lifetime Marijuana Use and Cognitive Function in Middle AgeThe Coronary Artery Risk Development in Young Adults (CARDIA) Study
Link…

University of California, San Francisco
UCSF Psychiatry
Link…

Marco Dal Negro

This post is also available in: enInglese

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest

About the Author

Nota bene: Nelle diverse lingue i contenuti possono cambiare anche nella sostanza