Prostate Gray’s Anatomy

Dal 113° Meeting annuale dell’American Urological Association (AUA) un nuovo test per il cancro alla prostata permette di identificare i carcinomi maligni e quelli benigni con la possibilità di ridurre di oltre il 40% le biopsie.

Il test IsoPSA identifica la concentrazione delle diverse isoforme della molecola PSA

I primi studi hanno dimostrato che IsoPSATM, un biomarcatore di proteine focalizzato sulla struttura, può essere un mezzo efficace per discriminare il carcinoma prostatico di alto grado dalla malattia di basso grado benigna.

Questo studio multicentrico ha convalidato la performance clinica di IsoPSA nel follow-up dello studio preliminare.

I campioni di plasma sono stati ottenuti da siti clinici nei 30 giorni precedenti la biopsia da pazienti con PSA compreso tra 2 ng/mL e 62,8 ng/mL e i risultati IsoPSA sono stati valutati rispetto ai risultati delle biopsie TRUS a 12 nuclei.

Nello studio preliminare, il 33,7 per cento della coorte aveva un tumore alla prostata di grado elevato e il 32,6 per cento della coorte di convalida aveva un tumore alla prostata di alta qualità.

Il nuovo test non si limita semplicemente a misurare la concentrazione del PSA nel sangue come avviene oggi, ma ne identifica i cambiamenti della struttura molecolare.

Per saperne di più
American Urological Association
Is Prostate Cancer Screening and Risk Stratification Moving Beyond the PSA Test?
Link…

Marco Dal negro

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest

About the Author

Nota bene: Nelle diverse lingue i contenuti possono cambiare anche nella sostanza