Più sesso più memoria, più o meno, è quello che possiamo dedurre dagli ultimi studi sul rapporto tra attività sessuale e benessere delle persone.

Prima due studi sui topi.
Nel 2010 si è scoperto un legame tra frequenza dell’attività sessuale e crescita di neuroni (maggiore nel caso di sesso quotidiano rispetto a sesso ogni due settimane).

Nel 2013 uno studio ha dimostrato che, nei topi maschi, l’attività sessuale quotidiana non portava solo a generare più neuroni, ma migiorava anche la funzione cognitiva degli animali.

Uno studio su 78 donne eterosessuali, età 18-29 anni, ha mostrato che hi aveva rapporti sessuali più frequenti ricordava più facilmente una serie di parole astratte, cosa che non avveniva per la memorizzazione di volti.

Ovviamente per giungere a questi risultati i ricercatori hanno tenuto conto delle possibili interferenze da parti di molte variabili come la fase del ciclo mestruale, l’uso di contraccettivi orali e la durata della relazione di coppia in corso.

I ricercatori hanno provato a spiegare questa selettività nel miglioramento della memoria ricordando che la memorizzazione delle parole è una funzione dell’area cerebrale chiamata ippocampo, una struttura profonda del cervello nella quale era stata osservata la crescita di nuovi neuroni negli studi sui ratti.

La memorizzazione dei volti, invece, secondo i ricercatori potrebbe avvenire in strutture esterne all’ippocampo, spiegando così i risultati ottenuti.

Un altro recente studio realizzato su adulti più anziani ha in parte confermato queste scoperte.

Tra gli uomini di 50-89 anni una frequente attività sessuale intensa in senso lato (non solo rapporto di penetrazione classica) è stata collegata ad una migliore capacità di ricordare, sia per gli uomini che per le donne.

Questi risultati indicano che quando si verificano certe condizioni, alcune caratteristiche sono più frequenti, ma non dimostra che il rapporto sia di causa effetto.
Questo compito spetta ad altri tipi di ricerche.

Per saperne di più
Specifically Penile-Vaginal Intercourse Frequency Is Associated With Better Relationship Satisfaction: A Commentary on Hicks, McNulty, Meltzer, and Olson (2016)
Link…

Sex on the brain! Associations between sexual activity and cognitive function in older age
Link…

Marco Dal Negro

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest

About the Author

Nota bene: Nelle diverse lingue i contenuti possono cambiare anche nella sostanza