Disfunzione erettile

Disfunzione erettile: un rischio maggiore del 26% è stato associato a variazioni in una specifica area del genoma.

La disfunzione erettile è l’incapacità di ottenere e mantenere un’erezione sufficiente a svolgere l’attività sessuale.

La disfunzione erettile interessa soprattutto gli uomini a partire dalla mezza età, ma interessa tutte le età.

L’origine della disfunzione erettile può essere ormonale, neurologica, vascolare, psicologica, genetica, anche se normalmente è il risultato dell’interazione di molte cause.

Solo circa la metà dei maschi interessati risponde alle terapie oggi disponibili, perciò è importante cercare nuove cure.

Lo studio, durato due anni, ha trovato che variazioni in uno specifico punto del genoma, vicino al gene SIM1, sono associate in modo significativo con un incremento del 26% del rischio di disfunzione erettile.

La ricerca è stata impostata come un ampio studio su due diversi gruppi di soggetti.

Il primo ha riguardato 36.648 uomini tratti dalla Genetic Epidemiology Research on Adult Health and Aging cohort (GERA).

I risultati sono stati poi verificati confrontandoli con quelli relativi a 222.358 uomini della UK Biobank.

Hunter Wessells, professore di urologia alla University of Washington School of Medicine ed uno dei principali autori dello studio, ha spiegato che i risultati sono stati ottenuti grazie all’esistenza di queste banche dati genetiche.

Per un eventuale trattamento clinico basato su queste scoperte, però, saranno necessari ancora diversi anni.

Maggiori informazioni su autori e finanziamenti di questa ricerca sono presenti nella pagina in inlese di questo articolo.

Per saperne di più sulla disfunzione erettile
Tra gli uomini con la psoriasi i problemi di erezione sono più frequenti (16/07/2018)
Link…

Che effetto fanno alcol e marijuana sul sesso? (12/05/2018)
Link…

Tutte le altre pagine sulla disfunzione erettile
Link…

Per saperne di più
PNAS
Genetic variation in the SIM1 locus is associated with erectile dysfunction
Link…

UWMedicine
Link…

Kaiser Permanente’s Division of Research
Link…

The University of California, San Francisco (UCSF)
Link…

Marco Dal Negro

This post is also available in: enInglese

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest

About the Author

Nota bene: Nelle diverse lingue i contenuti possono cambiare anche nella sostanza