Cannabis

Astenersi dalla marijuana per un mese, adolescenti e giovani adulti consumatori abituali ottengono miglioramenti sensibili e misurabili della memoria e della capacità di apprendere (studio del Massachusetts General Hospital MGH).

Tra gli adolescenti l’uso della marijuana è comune, ma l’adolescenza è un periodo cruciale per la formazione del cervello, in particolare delle aree stimolate dalla cannabis.

Uno studio del 2016, realizzato dallo stesso gruppo di ricercatori di questo nuovo lavoro, ha visto che gli utilizzatori minori di 16 anni avevano problemi ad apprendere nuove informazioni, cosa non riscontrata in quelli di più di 17 anni.

Questo nuovo studio per la prima volta non ha mostrato solo il miglioramento nell’apprendimento, ma ha definito a che punto dell’astinenza diventa possibile misurarlo.

Lo studio ha riguardato 88 partecipanti di età compresa tra i 16 ed i 25 anni, dell’area di Boston, tutti consumatori di cannabis almeno una volta alla settimana.

I ricercatori hano paragonato le capacità cognitive dei partecipanti che hanno accettato di smettere di usare la cannabis per 30 giorni con quelle di quelli che hanno continuato ad usarla.

Perché la comparazione fosse attendibile i partecipanti sono stati selezionati in modo da avere due gruppi di persone simili per quanto riguarda le preesistenti capacità di apprendimento, l’umore, le conoscenze e le motivazioni, la frequenza e le quantità di uso della cannabis.

Durante la ricerca sono stati regolarmente controllati la memoria e gli stati d’animo dei partecipanti, così come le urine per verificare i la reale astinenza dalla cannabis.

Tutti sono stati remunerati per la propria partecipazione alla ricerca.

Durante i 30 giorni dello studio i livelli dei marcatori urinari di cannabis sono diminuiti rapidamente nei partecipanti al gruppo in astinenza: di questi, almeno l’89% è rientrato nei criteri previsti.

Nei componenti del gruppo di controllo i livelli dei biomarcatori non sono cambiati.

I test cognitivi hanno mostrato che la memoria, in particolare la capacità di apprendere e ricordare nuove informazioni, è migliorata solo in quelli in astinenza da cannabis e ciò è avvenuto, in buona parte, nella prima settimana.

Un mese di astinenza dalla cannabis non è risultato associato a miglioramenti dell’attenzione.

Maggiori informazioni sui ricercatori che hanno partecipato a questo lavoro sono presenti nella pagina in inglese di questo articolo.

Vedi anche
La cannabis causa caos cognitivo nel cervello (07/05/2011)
Link…

Anche l’uso occasionale di cannabis modifica il cervello e non solo (21/04/2014)
Link…

Raddoppiano i casi di narcolessia tra gli amanti della marijuana (11/03/2016)
Link…

La marijuana sembra meno pericolosa in alcuni stati U.S., dopo la legalizzazione (29/12/2016)
Link…

Per saperne di più sulla marijuana e sulle dipendenze…
Link…

Per saperne di più
For more information
The journal of Clinical Psychiatry
One Month of Cannabis Abstinence in Adolescents and Young Adults Is Associated With Improved Memory
Link…

Massachusetts General Hospital
Link…

Marco Dal Negro

This post is also available in: enInglese

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest

About the Author

Nota bene: Nelle diverse lingue i contenuti possono cambiare anche nella sostanza