Insaccati e carne conservata

Il fosfato inorganico, additivo e conservante alimentare, contribuisce a rendere più sedentari (UT Southwestern Medical Center).

Il Dr. Wanpen Vongpatanasin, Professore di medicna interna e Direttore dell’Hypertension Fellowship Program del UT Southwestern Medical Center, chiarisce che il consumo quotidiano di fostato inorganico non dovrebbe superare i 700 milligrammi al giorno, aggiungendo che 1/3 circa degli americano ne consuma tra il 300% ed il 400%.

Come avviene per tutti gli ingredienti, la troppo poco fosfato non va bene così come troppo.

Il Dr. Wanpen Vongpatanasin spiega che i fosfati sono naturalmente presenti in molti alimenti, compresi i latticini, la carne, il pesce, la polvere lievitante, frutta e verdura, ma il consumo nei cibi lavorati industrialmente, quelli dei fast food, le bibite e i cibi in scatola possono far crescere i livelli.

In un blocco di Parmesan cheese ci sono fosfati, ma in quello venduto già grattuggiato ne vengono aggiunti altri.

Per comprendere meglio quanto i fosfati siano onnipresenti proviamo a leggere le etichette dei cibi e cerchiamo le parole che contengono “fosf…”, come fosfato di calcio, fosfato disodico o fosfato monopotassico.

E non sempre i fosfati vengono dichiarati.

Il fosfato inorganico è assorbito facilmente dal corpo per cui molte persone ne assumono troppo, specialmente con le bibite, le carni lavorate industrialmente ed i cibi pronti surgelati.

I ricercatori hanno studiato gli effetti dei fosfati sia sui topi che sugli esseri umani.

Nei topi una dieta ad alto contenuto di fosfati ha prodtto cambiamenti misurabili nelle capacità di movimento.

E’ stata misurata la quantità di ossigeno assorbita durante l’attività fisica e si è visto che la capacità di muoversi era molto inferiore.

I topi erano incapaci di generare una quantità sufficiente di acidi grassi a nutrire i muscoli.

Si è anche visto che dopo 12 settimane di dieta con molti fosfati, vi erano stati dei cambimenti in molti geni interessati al metabolismo muscolo-scheletrico.

Lo studio ha poi analizzato i dati dei partecipanti al Dallas Heart Study, che avevano indossato apparecchi per monitorare l’attività fisica nel corso di 7 giorni.

I partecipanti appartenevano a diverse etnie, erano di età compresa tra 18 e 65 anni, non avevano problemi di reni o di cuore e non prendevano farmaci.

La verifica delle analisi del sangue dei partecipanti ha mostrato che la risposta degli esseri umani al fosfato era analoga a quella dei topi.

Livelli maggiori di fosfati sono risultati collegati a minore tempo dedicato all’attività fisica (moderata o vigorosa) mentre il tempo passato in modo sedentario ed i livelli di fosfati sono cresciuti insime.

Per ulteriori dettagli sugli studiosi che hanno collaborato a questo studio potete vedere la pagina in inglese di questo articolo.

Vedi anche:
Sostanze ignifughe onnipresenti sono legate a sterilità femminile (2017-09-04)
…Le donne con alte concentrazioni di ritardanti di fiamma organofosfati (PFR) nelle urine possono fare fatica a rimanere incinte ed a portare a termine la gravidanza…
Link…

Uso di lassativi con fosfato di sodio: allerta della U.S. FDA (30/01/2014)
…La U.S. Food and Drug Administration (FDA) ha richiamato l’attenzione dei consumatori sui possibili pericoli derivati dall’uso improprio di alcuni lassativi…
Link…

Le sigarette sono radioattive? (20/08/2012)
…i fertilizzanti a base di fosfati, molto usati dall’industria del tabacco, contengono Radio con i rispettivi sottoprodotti generati dal suo decadimento, come il Piombo-210 ed il Polonio-210…
Link…

Reni: si studia la cura delle patologie croniche con minerali argillosi (03/01/2014)
…Quando vi è una insufficienza renale il corpo non riesce a filtrare i fosfati in quantità adeguata e l’eccesso che rimane viene assorbito nel sangue. Ciò causa la formazione di depositi di fosfato di calcio nei vasi sanguigni che, nel lungo periodo, portano alla patologia cardiaca arteriosclerotica…
Link…
https://www.mybestlife.com/ita_salute/news-2014-gen/03012014-insufficienza-renale-minerali-argillosi.html

Studio Coreano: i fosfati, comuni additivi di cibi e bevande, possono stimolare tumori ai polmoni (10/08/2009)
Link…

For more information
Circulation
High-Phosphate Diet Induces Exercise Intolerance and Impairs Fatty Acid Metabolism in Mice
Link…

Phosphates in processed foods may hike blood pressure
Link…

UT Southwestern
Medical Center
Link…

Marco Dal Negro

This post is also available in: enInglese

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest

About the Author

Nota bene: Nelle diverse lingue i contenuti possono cambiare anche nella sostanza