SALUTE DEPRESSIONE SESSUALITA' CAPIRSI GRAFOLOGIA GOLA AMBIENTE MUSICA RIDERE MIX VIDEO CERCA

News

Dal Vetiver l'"olio della tranquillità"  
(06/04/2001)

Caffeina e arterie: risultati di uno studio del dott. Charalambos Vlachopoulos del Saint Vincent's Hospital di Sydney (06/04/2001)

Il melanoma (05/04/2001)

Una gomma da masticare contro l'acidità di stomaco (05/04/2001)

Fibrosi cistica: nuove scoperte (04/04/2001)

L'esaurimento nervoso (04/04/2001)

Forse c'è un virus alla base di alcuni casi di depressione, schizofrenia ed attacchi di panico (03/04/2001)

Una dieta senza grassi può essere letale per i soggetti affetti dalla "Sindrome X" (03/04/2001)

Prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili: da Shanghai l'effetto condom in pillole? (02/04/2001)

Nuova terapia per trattare gli attacchi coronarici (02/04/2001)

Notizie precedenti

Chi è
Links
e-mail
Cerca nel sito

Ambiente, inquinamento, energia e bio architettura

Per conoscere la psicosomatica:

Una dieta senza grassi può essere letale per i soggetti affetti dalla "Sindrome X" (03/04/2001)


 

Il dott. Gerald Reaven della Stanford University sostiene che una dieta senza grassi potrebbe addirittura risultare letale per soggetti affetti dalla misteriosa "Sindrome X", patologia che riguarderebbe, in America, almeno un terzo della popolazione adulta.

Tale Sindrome è caratterizzata da una resistenza all'insulina, vale a dire un'inefficienza nel trasporto di glucosio alle cellule che ha origine in un difetto genetico. Per sopperire all'inefficienza, l'organismo risponde con una sovraproduzione dell'ormone tanto da arrivare a produrre una quantità doppia o tripla rispetto ai normali valori standard. Un carico così esagerato di insulina nel sangue rappresenta uno dei più alti rischi di infarto incipiente poiché scatenante tutta una serie di fattori che possono spesso sfociare nel tragico evento cardiaco.

Non sono ancora ben note le cause della Sindrome X anche se si ipotizza una combinazione di fattori genetici e fattori ambientali. La patologia è asintomatica e, conseguentemente, diagnosticabile solo tramite una serie di esami del sangue tra cui trigliceridi, colesterolo e tolleranza al glucosio. Per ridurre la resistenza all'insulina, gli esperti consigliano a scopo preventivo, di perdere i chili di troppo, fare esercizi e seguire una dieta regolare.

 

 

 


L'armadietto omeopatico casalingo
(del Dott. Turetta)
Quali sono i problemi o le disfunzioni che possono giovarsi di un intervento omeopatico d'urgenza e, di conseguenza, come dovrebbe essere un ideale armadietto medicinale omeopatico casalingo.


 

Aggiungi questo sito ai tuoi preferiti
(aggiungi segnalibro):
premi il tasto  Ctrl   assieme al tasto  D

Home di Mybestlife.com - Salute - DepressioneSessualità
 Ambiente - Gola - Musica - Capirsi - Grafologia - Ridere
Per saperne di più
- Video - Mix -
Cerca nel sito
Chi siamo e come contattarci

Copyright © 1998/2013 mybestlife.com tutti i diritti sono riservati eccetto quelli già di altri proprietari.

  

 


Pubblicità



Pubblicità

 



 




 

 

“”