SALUTE DEPRESSIONE SESSUALITA' CAPIRSI GRAFOLOGIA GOLA AMBIENTE MUSICA RIDERE MIX VIDEO CERCA



Home page

Ultime news

Archivio news

In caso di...

Per saperne di più...

Medicina
occidentale

Medicine
complementari

Medicina cinese
e agopuntura

 

Omeopatia

 

Fitoterapia

 

Dipendenze

 

Chi è

Links

E-mail

Cerca nel sito

Per conoscere la psicosomatica:

.

Vacanze: come prepararsi

 

15 regole d'oro da seguire d'estate

Ecco i consigli utili per trascorrere nel modo migliore il periodo di ferie

L'esposizione al sole deve essere diretta, perciò meglio non usare schermi riflettenti; l'ora migliore per esporsi al sole è dalle 9.00 alle 12.00; prendere il sole gradualmente cominciando con 15-20 minuti

Attenzione alle ore calde anche quando si sta sotto l'ombrellone: la sabbia e l'acqua del mare riflettono la luce e ci si può scottare lo stesso

Dalle 12.00 alle 16.30 è consigliabile pranzare (si raccomandano piatti leggeri con alimenti ricchi di acqua) e poi riposare

I bambini di età inferiore a 2 anni paradossalmente perdono calore (e acqua) in maggior quantità rispetto agli adulti. Le ore migliori per loro sono dalle 9.00 alle 10.30 e dalle 17.00 in avanti

Riparare la testa con cappelli o tenerla all'ombra

Quando fa molto caldo e si prende il sole attenzione alla perdita di liquidi: bere molto ripartendo l'assunzione di acqua lungo l'arco della giornata; ridurre nell'alimentazione i grassi: quindi utilizzare meno alimenti, soprattutto se di origine animale. Limitare il consumo di salumi e di formaggi, specialmente la mozzarella, che è ricca di grassi; evitare superalcolici, carni rosse, cibi troppo caldi, bevande gassate. Queste ultime dilatano troppo lo stomaco e allungano i tempi di digestione; se si suda molto integrare il potassio che si perde con l'anguria e i succhi di frutta; quando si deve fare uno sforzo nelle ore calde bere un bicchiere d'acqua con cloruro di sodio e potassio (esistono in farmacia delle compresse adatte allo scopo); alimenti come lattuga, pomodori, carote stimolano un'abbronzatura graduale al pari degli integratori alimentari contenenti provitamina A, ferro e rame

Quando la pelle si scotta con il sole e vi è dolore al contatto sono utili anche rimedi omeopatici; propoli d'api e iperico sono le erbe lenitive in caso di scottature solari. Utili anche gli impacchi di mais e camomilla

Quando si fa il bagno in mare è bene riscaldarsi al sole prima e fare qualche esercizio fisico (anche camminare)

Non tuffarsi se si è molto sudati e, se possibile, fare prima una doccia

Il pericolo delle cosiddette congestioni è presente per circa 30 minuti, 1 ora dopo aver mangiato. E' possibile invece fare il bagno subito dopo aver pranzato se non ci si è alimentati pesantemente e se non si sono bevute bevande ghiacciate

Appena entrati in acqua per un bagno, è bene muoversi intensamente, anche in modo disordinato; dopo qualche minuto che si è in acqua si avvertirà un certo tepore corporeo. Appena si sentono dei brividi occorre terminare il bagno; una volta usciti dall'acqua togliere il costume bagnato e asciugare leggermente il corpo; è bene asciugarsi al sole senza lavarsi con acqua dolce per permettere al sale ed anche ad altri minerali contenuti nell'acqua dia mare di penetrare nella pelle; il sale marino rinforza i capelli e ne ravviva il colore, dunque è un errore fare uno shampoo subito dopo il bagno di mare; dopo il bagno preferire bevande calde come tè, caffè o tisane a bibite ghiacciate o gelati; i crampi muscolari in acqua indicano la mancanza di esercizio fisico

Se ci si punge con un pesce ragno o una "raganella" (pesci che amano nascondersi sotto la sabbia soprattutto quando il mare è un poco mosso) immergere la parte colpita in una bacinella d'acqua calda con sale o aceto o ammoniaca

In campagna cercare di seguire i ritmi lenti della natura: coricarsi poche ore dopo il tramonto; svegliarsi presto; riposare nelle ore calde; passeggiare contemplando la natura; evitare il più possibile radio e televisione per immergersi meglio nei rumori dolci e ritmici che la campagna offreui di seguito il dottor Antonio Turetta ha elencato i cibi e gli elementi minerali che possono essere presenti e quelli che vanno eliminati nella dieta delle persone che soffrono di colite. Infine troverete alcuni suggerimenti pratici su come affrontare gli attacchi acuti della colite.

I cibi da privilegiare in campagna sono quelli locali: uova, polli, conigli, lumache, rane, non dimenticando l'uva, considerata uno degli alimenti più completi. Se poi si conoscono le erbe, la campagna offre, per fare infusi e tisane, salvia, menta, mirto e alloro

La montagna per chi fuma rappresenta l'occasione per smettere! L'aria fresca e pura aiuterà l'apparato respiratorio a disintossicarsi; almeno una volta al giorno, soprattutto al mattino presto, è tonificante passeggiare nei boschi; se è possibile si consiglia in montagna di raggiungere posti elevati a piedi, così da poter poi, riposando in cima, spaziare la vista (e la mente) nell'infinito orizzonte; ricordare che i boschi offrono mirtilli, fragole, funghi ed erbe come il timo, il ginepro, la menta.

( Dr. Antonio Turetta )

Pag. 1-2

 


L'armadietto omeopatico casalingo
(del Dott. Turetta)
Quali sono i problemi o le disfunzioni che possono giovarsi di un intervento omeopatico d'urgenza e, di conseguenza, come dovrebbe essere un ideale armadietto medicinale omeopatico casalingo.


 

Aggiungi questo sito ai tuoi preferiti
(aggiungi segnalibro):
premi il tasto  Ctrl   assieme al tasto  D

.


Home di mybestlife.com - Salute - Sessualità - Gola - Depressione - Capirsi - Musica - Grafologia - Ambiente - Per saperne di più - Viaggi: tutto in una pagina - Meteo - Ridere - Mix

Cerca nel sito

Chi siamo e come contattarci

Copyright © 1998/2015 mybestlife.com tutti i diritti sono riservati eccetto quelli già di altri proprietari.

  

 


Pubblicità



Pubblicità


Pubblicità


-

 

“”