SALUTE DEPRESSIONE SESSUALITA' CAPIRSI GRAFOLOGIA GOLA AMBIENTE MUSICA RIDERE MIX VIDEO CERCA



Home page

Ultime news

Archivio news

In caso di...

Per saperne di più...

Medicina
occidentale

Medicine
complementari

Medicina cinese
e agopuntura

 

Omeopatia

 

Fitoterapia

 

Dipendenze

 

Chi è

Links

E-mail

Cerca nel sito

Per conoscere la psicosomatica:

.

Sudore abbondante

 

Introduzione

Che cosa è il sudore

Tipi di sudore

Che cos'è l'iperidrosi

Quali sono i rimedi

Le medicine alternative

Le regole per essere sempre a proprio agio

Le regole per essere sempre a proprio agio

1) Lavarsi spesso, anche due o tre volte al giorno evitando saponi troppo aggressivi come quelli contenenti zolfo. La loro azione stimola maggiormente la traspirazione proprio perché la cute, per difendersi, può indurre le ghiandole sudoripare a lavorare di più. I saponi più indicati sono quelli di Marsiglia.

2) Depilare regolarmente le ascelle (nell'iperidrosi il consiglio vale anche per l'uomo) è utile perché la peluria ostacola l'igiene favorendo la localizzazione di batteri che portano a fenomeni putrefattivi responsabili poi molte volte del cattivo odore. Inoltre, la cute depilata è più adatta all'applicazione di qualsiasi prodotto antisudore o deodorante.

3) Lavarsi, contrariamente a ciò che si crede, con acqua tiepida o calda. Infatti se si "riscalda" il corpo, vi sarà nei confronti del clima caldo meno sbalzo di temperatura e dunque meno sudore.

4) La cosiddetta maglietta della salute (la classica canottiera di cotone) è sempre da usare cambiandola se possibile due o tre volte al giorno. La canottiera da un lato assorbe il sudore evitando "macchie" indesiderate sui vestiti sovrastati e dall'altro crea un'intercapedine con la cute, dove lo scambio di calore "interno - esterno" del corpo diminuisce, con diminuzione del sudore conseguente.

5) Gli abiti sintetici producono calore e sono dunque da evitare. Meglio privilegiare seta e lino perché non aderiscono alla pelle permettendo così una buona aerazione rinfrescante attraverso il cuscinetto d'aria che si forma.

6) Sia per chi soffre di iperidrosi sia per anziani, bambini, adolescenti (dove la perdita d'acqua con il sudore può nuocere molto) è utile favorire l'evaporazione del sudore soprattutto quando c'è un alto tasso ambientale di umidità. Il modo più indicato è una leggera ventilazione attraverso ventagli grandi e piccoli e soprattutto con pale e ventilatori a soffitto.

7) E' sconsigliato per chi soffre di iperidrosi l'uso di condizionatori d'aria sia in auto sia in casa perché lo sbalzo di temperatura subito dal corpo (dal freddo al caldo) aumenta notevolmente la sudorazione. Meglio l'uso di climatizzatori con cui si può programmare una temperatura ambientale minore dell'esterno di 3-5 gradi (5-7 per chi non soffre di sudorazione eccessiva).

8) Un ottimo consiglio antisudore è la cura dell'alimentazione che deve essere contenuta (se non priva) di cibi "producenti" calore interno come carni rosse, alcol, formaggi grassi (attenzione alla mozzarella), burro, fritti. Anche la pasta dev'essere limitata (a meno che si faccia attività fisica o sportiva costante in cui i carboidrati vengono velocemente utilizzati) perché, essendo ricca di zuccheri, produce energia calorica.

9) In climi particolarmente umidi il sudore non riesce ad evaporare e la compensazione avviene a livello respiratorio (perspiratio insensibilis polmonare con cui si perdono normalmente 500-700 centimetri cubi d'acqua). Un'indicazione per favorire la respirazione ritmica polmonare arriva dalle popolazioni che vivono in quei climi: aumentare un'alimentazione piccante attraverso peperoncino o zenzero, utili peraltro per la medicina cinese a "disinfettare" l'intestino prevedendo così le diarree da clima caldo estivo.

10) E' vero che più si beve più si suda e quindi occorre evitare i cibi come prosciutti, acciughe, perché stimolano la sete per il loro contenuto di sali minerali che l'organismo cerca di sciogliere appunto aumentando l'apporto di acqua.

11) Altrettanto vero è che più si beve con costanza modiche quantità d'acqua durante più momenti della giornata meno si suda copiosamente perché il rene è stimolato a funzionare con regolarità e così il polmone a perdere acqua con il respiro.

12) Meglio bere bevande a temperatura ambiente o tiepide che fredde - ghiacciate (evitare assolutamente quelle gassate) perché queste ultime "raffreddano" il corpo rispetto all'esterno creando così uno sbalzo termico a cui consegue un inevitabile aumento di sudore.

13)Per le persone che sudano molto e troppo sono utili gli antitraspiranti da usare però con cautela a dosaggi diversi da persona a persona e soprattutto non durante tutta la giornata, perché inevitabilmente chiudono i fori di uscita delle ghiandole sudoripare.

14) Altri rimedi utili al controllo del sudore sono sostanze chimiche da applicare alla cute. Vanno bene gli antienzimatici, cioè inibitori degli enzimi e dei batteri sulla cute che reagendo col sudore scatenano reazioni responsabili di cattivi odori; gli antiossidanti (ricchi di vitamina E) che evitano l'ossidazione del sudore; gli assorbenti che come spugne assorbono le sostanze odorose impedendone l'evaporazione; gli antibatterici che distruggono o inattivano i microrganismi cutanei; i deodoranti, come salvia - hamamelis - rosmarino - timo - citronella, che coprono le sostanze odorose svolgendo insieme anche una modica azione contro i batteri cutanei.

( Dr. Antonio Turetta )

 


L'armadietto omeopatico casalingo
(del Dott. Turetta)
Quali sono i problemi o le disfunzioni che possono giovarsi di un intervento omeopatico d'urgenza e, di conseguenza, come dovrebbe essere un ideale armadietto medicinale omeopatico casalingo.


 

Aggiungi questo sito ai tuoi preferiti
(aggiungi segnalibro):
premi il tasto  Ctrl   assieme al tasto  D

.

  

 


Pubblicità



Pubblicità


Pubblicità


-

 

“”