SALUTE DEPRESSIONE SESSUALITA' CAPIRSI GRAFOLOGIA GOLA AMBIENTE MUSICA RIDERE MIX VIDEO CERCA



Home page

Ultime news

Archivio news

In caso di...

Per saperne di più...

Medicina
occidentale

Medicine
complementari

Medicina cinese
e agopuntura

 

Omeopatia

 

Fitoterapia

 

Dipendenze

 

Chi è

Links

E-mail

Cerca nel sito

Per conoscere la psicosomatica:

.

Riconoscere i dolori e limitare la sofferenza

 

Le regole d'oro

Esistono diverse medicine alternative ed ognuna di loro è adatta per curare un male:

Le erbe scaccia dolori

Mal di testa. La rosa canina, ricca di vitamina C, ha un'attività specifica nelle cefalee pulsanti; la corteccia di yohimbehe ha un'azione ipotensiva ed è indicata nei mal di testa da pressione alta; il pinus montana è specifico per i dolori al capo derivanti dall'artrosi cervicale; la lavanda officinalis è utile nei mal di testa in soggetti ansiosi, ipereccitabili.

Mal di schiena. La ribes nigrum è un'erba ad azione antinfiammatoria molto utile nelle lombalgie. La tilia tomentosa è indicata invece in tutti i dolori di schiena in cui è prevalente la componente di tensione muscolare. L'applicazione di foglie di cavolo tritate per una mezz'ora sulle vertebre lombari infiammate (ad esempio nelle discopatie) per dieci giorni toglie progressivamente il dolore.

Mal di stomaco. La glycyrrhiza glabra (liquirizia) è indicata nei dolori di stomaco con la sensazione di "vuoto", oppure che insorgono quando si è "nervosi". E' da usare con parsimonia perché può alzare la pressione arteriosa. L'urtica urens (ortica) invece è utile quando c'è bruciore e dolore di stomaco dopo un pasto affrettato e abbondante.

Dolori reumatici. L'erba regina per la cura di questi dolori è l'harpagophytum procumbens, potente antinfiammatorio sia per reumatismi da infiammazione sia per quelli degenerativi (artrosi). E' da utilizzare sempre dopo i pasti.

Dolori da traumi. L'arnica si utilizza per contusioni, escoriazioni, ematomi, slogature, strappi muscolari.

Dolori mestruali. Per la dismenorrea, collegata anche a irregolarità mestruali, l'erba più indicata è la potentilla, detta anche argentina o piede d'oca. La chamomilla vulgaris invece è da assumere nei dolori mestruali che possono accentuarsi in prossimità della menopausa. Il rubus idaeus infine induce il rilassamento della muscolatura liscia uterina.


Le tecniche di rilassamento

Biofeedback. E' una tecnica che utilizza un'apparecchiatura che informa la persona sulle proprie funzioni fisiologiche (quali temperatura cutanea, tensione muscolare, frequenza cardiaca, eccetera).

Meditazione. E' una tecnica per calmare la mente. Si apprende attraverso il suono, l'evocazione di immagini, il respiro.

Ipnosi. E' una tecnica che induce a un "sonno profondo", in cui si possono evocare immagini mentali che possono alleviare il dolore.

Distensione immaginativa. Questa tecnica insegna a evocare immagini di sé positive e, in questo senso, "antidolore".


Le terapie fisiche aniti-dolore

Ultrasuoni. L'effetto principale è produrre calore in profondità in modo che le articolazioni vengano "nutrite" meglio dal sangue. Sono controindicati nella osteoporosi, negli stati infiammatori acuti.

Laser. E' utilizzato in lombalgie, cervicalgie acute, tendiniti, periartriti, eticondiliti, discopatie, contratture muscolari, artrosi.

Marconi e radar terapia. Entrambi sono indicati soprattutto per le artrosi.

Magnetoterapia. L'effetto è di tipo antinfiammatorio, antidolore, rilassante i muscoli ed è utilizzata contro il mal di schiena, il mal di testa, i dolori mestruali, i dolori intestinali.

( Dr. Antonio Turetta )

Pag. 1-2-3-4

 


L'armadietto omeopatico casalingo
(del Dott. Turetta)
Quali sono i problemi o le disfunzioni che possono giovarsi di un intervento omeopatico d'urgenza e, di conseguenza, come dovrebbe essere un ideale armadietto medicinale omeopatico casalingo.


 

Aggiungi questo sito ai tuoi preferiti
(aggiungi segnalibro):
premi il tasto  Ctrl   assieme al tasto  D

.

  

 


Pubblicità



Pubblicità


Pubblicità


-

 

“”