The distribution of chitosan over a mucin drop is shown in flourescence. Image: Thomas Crouzier.

(Italiano – English)
Un nuovo contraccettivo femminile, senza ormoni, presentato come privo di effetti collaterali, è in fase avanzata di realizzazione al KTH Royal Institute of Technology di Stockholm.

Il gruppo di ricerca guidato da Thomas Crouzier ha visto che applicando del chitosano (un tipo di polisaccaride derivato dalla chitina, un componente del guscio dei crostacei) al muco vaginale, si forma una barriera biocompatibile che rende impossibile la risalita degli spermatozoi verso gli ovuli impedendone la fecondazione.

Il muco è una barriera naturale presente in diverse parti del corpo nelle quali protegge le mucose dalle infezioni e dal contatto con sostanze potenzialmente pericolose.
Il chitosano rafforza questa funzione di barriera.

L’idea è quella di preparare una capsula vaginale, che una volta inserita si sciolga nel giro di qualche minuto, permettendo al chitosano di mescolarsi al muco in modo da formare una barriera meccanica impenetrabile agli spermatozoi.

La capacità di modificare la superficie esterna del muco, oltre che per la contraccezione, può essere utilizzata anche per altri utilizzi terapeutici come la cura delle ulcere nelle mucose e le patologie infiammatorie intestinali.

I ricercatori avevano già lavorato sui trattamenti per la secchezza delle mucose per migliorarne la lubrificazione e l’idratazione.

Per saperne di più
Reinforcing Mucus Barrier Properties with Low Molar Mass Chitosans
Link…

Biopolymers for Life research group
Link…

KTH’s School of Engineering Sciences in Chemistry, Biotechnology and Health
Link…

Division of Glycoscience
Link…

Marco Dal Negro

 

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest

About the Author

Nota bene: Nelle diverse lingue i contenuti possono cambiare anche nella sostanza