La curcuma in polvere che molti aggiungono nella preparazione dei propri piatti, ha caratteristiche che devono essere conosciute per evitare inutili rischi anche gravi.

La curcuma in polvere deve essere consumata previa cottura. Deve cioè essere aggiunta mentre si cucina in modo che possa cuocere.

Dato che prima di arrivare nella nostra cucina la curcuma in polvere passa da molte mani non sempre pulite e disinfettate le contaminazioni possono essere di origini diverse.

In questi giorni la Food Standards Agency, (ente britannico che si occupa della sicurezza dei cibi) ha lanciato un avviso di richiamo di un lotto specifico di curcuma in polvere perché contaminato da salmonella.

I dettagli del prodotto oggetto di richiamo sono:

Prodotto: TRS Turmeric Powder
Confezione da 100 gr.
Batch: P41411 (5017689004217)
Best before: 31 October 2019
.

La curcuma di questa marca in confezioni da 100 gr. è distribuita anche in Italia, normalmente senza problemi, anche se non è attualmente noto se ve ne siano confezioni del lotto incriminato.
Basta controllare sulla confezione.

Il richiamo si riferisce esclusivamente al lotto indicato.

In ogni caso basta portare il cibo a 70°C per un quarto d’ora per causare la morte delle salmonelle eventualmente presenti.

Da evitare perciò sempre l’aggiunta di prodotto crudo.

La curcuma interagisce con il nostro corpo in molti modi: oltre a svolgere un’azione antinfiammatoria, ricordiamo che agisce sulla colecisti stimolandone lo svuotamento. Questo significa che la bile presente verrà espulsa dalla cistifellea e che quindi dovremo limitare la quantità di curcuma usata. Mezzo cucchiaino a persona potrebbe essere la dose da non superare.

Lo svuotamento della bile è poi assolutamente da evitare in caso di calcoli biliari noti o possibili, perché molto pericoloso.
In caso di dubbi in merito è sempre meglio parlarne con il proprio medico curante.

Per saperne di più…

Per saperne di più
Food Standards Agency
Link…

Salmonella: patogenesi, epidemiologia e
e diagnostica
Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”
Elisabetta Delibato
Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Sicurezza Alimentare
Istituto Superiore di Sanit
Link…

Marco Dal Negro

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest

About the Author

Nota bene: Nelle diverse lingue i contenuti possono cambiare anche nella sostanza